Quale piattaforma scegliere per il mio ecommerce?

by | Apr 10, 2020 | Ecommerce | 0 comments

Fattori da considerare nella scelta di una piattaforma e-commerce

Come rivenditore che opera nel moderno ambiente di oggi, hai tutti gli strumenti per iniziare a vendere online. Non solo hai a che fare con un mercato più competitivo, ma i tuoi clienti hanno aspettative più elevate. Non è più sufficiente fare scorta dei prodotti giusti, è anche necessario deliziare i clienti ed essere in grado di evadere gli ordini nel modo più rapido e conveniente possibile.

C’è anche il fatto che gli acquirenti utilizzano sempre più canali e dispositivi durante i loro acquisto. I venditori che desiderano tenersi aggiornati devono essere in grado di offrire esperienze di acquisto eccezionali sui vari ambienti e sui diversi dispositivi.

Devi essere in grado di consegnare senza intoppi se vuoi rimanere competitivo. Per risolvere queste problematiche quotidiane ci sono numerose piattaforme, ognuna con i suoi pregi e difetti. Per prosperare nel mercato di oggi, hai bisogno di una piattaforma di e-commerce che ti consenta di soddisfare le aspettative dei consumatori, e di gestirle in maniera più semplice possibile.

Sono necessari gli strumenti giusti per vendere i prodotti, offrire esperienze buone esperienze di acquisto e evadere gli ordini in modo efficiente. Investi il tuo tempo per verificare, testare e trovare altre soluzioni che possono aiutarti nel tuo lavoro quotiano.

Questo è esattamente lo scopo di questa guida. Questa risorsa ti guiderà attraverso il processo di ricerca e selezione della giusta piattaforma di e-commerce. Segui i passaggi seguenti e incorporali nella ricerca di una nuova soluzione.

Passaggio 1: determinare le esigenze di e-commerce

Risolvi i tuoi bisogni prima ancora di iniziare a cercare piattaforme di e-commerce. Determinare le tue esigenze in anticipo renderà il processo di ricerca e selezione di una soluzione molto più semplice.

Inizia la tua ricerca con una tabella di marcia. Delinea dove si trova la tua attività e dove vuoi che vada. Quali sono le funzionalità e le esperienze che il tuo sito offre. Quindi, pensa ai tuoi piani futuri per l’azienda. Stai pianificando di espandersi in più negozi o mercati? Intendi introdurre più opzioni di adempimento? Pretendi una soluzione che permetta alla tua azienda di adattarsi e migliorare.

Un altro ottimo esercizio è mappare il percorso di acquisto dei tuoi clienti. Come ti trovano? Quali canali usano? Come vogliono che i loro ordini siano evasi? Le risposte a queste domande ti permetteranno di determinare le caratteristiche e le capacità di cui hai bisogno.

Quando elenchi i tuoi requisiti, specificali in termini di:

Esigenze del front-end: è necessario che il tuo sito appare sui motori di ricerca e funzioni bene. Cosa esattamente vuoi che i clienti vedano e facciano sul tuo sito? Considera la navigazione, la ricerca, nonché le informazioni che desideri vengano visualizzate dai clienti e come devono essere visualizzate. Dovresti anche pensare alle opzioni di personalizzazione di cui hai bisogno in una soluzione di e-commerce.

Back office / integrazioni: Il tuo sito di e-commerce deve funzionare senza problemi con le operazioni di back office. Elencare le funzionalità necessarie alla piattaforma per garantire che i prodotti vengano ordinati, selezionati, imballati e spediti correttamente.

Inoltre, considera i programmi che stai attualmente utilizzando (ad esempio programmi ERP, adempimento, contabilità e simili) e vedi se le piattaforme che stai valutando possono integrarsi con loro. In caso contrario, valuta se offrono funzionalità integrate o integrazioni alternative.

Gestione dei clienti: Pensa alle capacità di cui hai bisogno per costruire e gestire le relazioni con i tuoi clienti. Ad esempio, se comunichi con gli acquirenti via e-mail, allora hai bisogno di una soluzione che abbia funzionalità di e-mail marketing integrate o un’integrazione con la tua piattaforma di e-mail marketing. Hai un programma fedeltà? Assicurati che funzioni con il tuo nuovo programma di e-commerce.

Gestione del catalogo: specificare le funzioni di gestione del catalogo necessarie. Quante SKU hai? Quante varianti di prodotto hai?
Se hai requisiti di catalogo speciali, scrivili pure. Ad esempio, vendi pacchi? I clienti possono personalizzare la loro merce? Pensa a queste cose ora e tienile a mente quando stai valutando diverse soluzioni.

Architettura e sicurezza: elenca gli standard di sicurezza e affidabilità necessari nella tua piattaforma di e-commerce. Come dovrebbe essere costruita la piattaforma? Quanto è flessibile o scalabile? Quali certificazioni e crittografie dovrebbe avere?

Prestazioni/scalabilità: accertati che la piattaforma sia in grado di gestire il traffico e i dati di cui disponi. In che modo ciascuna piattaforma gestisce grandi volumi di traffico?

Mobile: specificare i requisiti per il mobile. Oltre ad essere responsive (ovvero adattabile automaticamente a qualsiasi schermo-display) quali altre funzionalità dovrebbero essere disponibili sul tuo sito mobile? Ad esempio, alcuni commercianti di e-commerce hanno pulsanti “chiama” o “raggiungi il negozio” sui loro siti.

Dovresti anche pensare a come vuoi che il tuo sito mobile sia strutturato per evitare problemi come il gonfiamento del codice e il tempo di caricamento della pagina aumentato.

Fare gli esercizi di cui sopra ti consentirà di creare un elenco delle funzionalità richieste. Per rendere le cose più efficienti in un secondo momento, organizza queste esigenze in un foglio di calcolo che ti consentirà di confrontare le soluzioni fianco a fianco.

Nota: vuoi anche coinvolgere le persone chiave dell’organizzazione in questa fase iniziale di determinazione delle tue esigenze. Chiedi a persone di dipartimenti come IT, servizio clienti, vendite, marketing, realizzazione e operazioni di valutare le tue esigenze in una nuova soluzione di e-commerce. Ciò ti consentirà di ottenere una visione completa delle tue esigenze.

Prendi in considerazione l’assistenza di un consulente e-commerce

In questa fase, dovresti anche pensare di coinvolgere esperti esterni. L’assunzione di un consulente e-commerce può rendere molto più semplice il processo di ricerca e selezione di un sistema. I consulenti possono fornire approfondimenti e competenze che i team interni potrebbero non avere, consentendoti di essere più informato (e obiettivo) nella valutazione di soluzioni diverse.

Se sei interessato ad assumere un consulente per questo progetto, ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a selezionare il migliore:

  • Presta attenzione al lavoro e all’esperienza passati: anni di esperienza e un portafoglio solido sono eccezionali, ma vuoi assicurarti che le loro credenziali siano pertinenti per la tua attività. Cerca consulenti che hanno lavorato con aziende le cui dimensioni e modello di business sono simili ai tuoi.
  • Siate chiari sulle aspettative. Assicuratevi che entrambe le parti comprendano il progetto e lo scopo del lavoro. Sii chiaro su cosa ti aspetti che faccia il consulente. Specificare le attività che devono completare e i risultati che devono soddisfare, insieme ai costi dei loro servizi.
  • Determinare la compatibilità: il livello di abilità e competenza non sono sufficienti. Dovresti anche assicurarti che il consulente abbia ottimi rapporti con te e il tuo staff.
  • Prenditi del tempo per valutare l’adattamento culturale e vedere se sono compatibili con il tuo team. Guarda nella loro etica del lavoro. Come funzionano? Come interagiscono con gli altri? Le risposte a queste domande possono aiutarti a determinare se sono adatte

Passaggio 2: impostare un budget

Il prossimo passo è pensare a quanto sei disposto a spendere per la tua piattaforma di e-commerce. Quando si imposta il budget, assicurarsi di considerare i “costi non ovvi” derivanti dall’implementazione di una nuova soluzione. Cerca di andare oltre i costi di gestione standard come licenze e sviluppo, e inizia prendere in considerazione le spese di manutenzione, consulenza, installazione e simili. Ecco alcune delle cose che dovresti considerare nel tuo budget

  • Costo della piattaforma di e -commerce: i costi della piattaforma di e-commerce variano in base alle dimensioni dell’azienda, al volume delle vendite e, naturalmente, alla soluzione stessa. Alcune soluzioni (come Magento) applicano tariffe di licenza annuali mentre altre (come Shopify) richiedono tariffe di abbonamento mensili. In alcuni casi il fornitore prende una parte dalle vendite del rivenditore.
  • Queste sono solo alcune delle cose che potrebbero influire sul budget. In genere, tuttavia, le PMI possono aspettarsi di spendere somme a vicino alle centinaia di € o qualche migliaio scarso. Mentre le aziende dovrebbero prevedere un budget di almeno € 20.000 all’anno per i costi della piattaforma di e-commerce.
  • Costi di progettazione e sviluppo: costruire il tuo negozio online è un’altra spesa.
  • Commissioni di manutenzione: molti commercianti finiscono per pagare più del previsto perché hanno trascurato la manutenzione durante il budget per una soluzione. Non fare lo stesso errore. Devi pensare allo sviluppo in corso, così come ad altri costi di manutenzione come marketing, integrazioni, SEO, gestione della sicurezza, analisi e altro ancora.
  • Commissioni di transazione: le commissioni di transazione possono variare da una soluzione di e-commerce a un’altra. Puoi finire con commissioni più basse scegliendo il fornitore di pagamento preferito del fornitore. Esamina i pagamenti integrati di ciascuna piattaforma per vedere se si integrano con il gateway di pagamento di tua scelta o se puoi utilizzare uno dei loro partner di pagamento.
  • Costi di hosting: quanto puoi aspettarti di pagare in costi di hosting? Ancora una volta, questo dipende dalla tua soluzione.
    Potresti scegliere una soluzione ospitata e lasciare che il tuo fornitore di e-commerce gestisca la manutenzione del server, gli aggiornamenti, ecc. In alternativa, puoi scegliere una piattaforma di e-commerce self-host in cui dovrai gestire l’installazione e la gestione dei tuoi server o trovare un partner di hosting. Con questa configurazione, il commerciante paga i costi del server separatamente.
  • Commissioni di consulenza (se applicabile) : se stai assumendo un consulente, non dimenticare di tenere conto delle loro commissioni nel tuo budget.

Step 3 – Ricerca soluzioni di e-commerce

Una volta che hai un’idea chiara di ciò di cui hai bisogno e di quanto sei disposto a spendere, puoi iniziare a cercare diverse soluzioni per determinare la soluzione migliore. Per rendere questo passaggio un po ‘più semplice, di seguito è riportato un elenco delle soluzioni di e-commerce più comuni per le aziende, insieme ai dettagli sui loro punti di forza, limitazioni e costi.

Pesare le tue opzioni: quali fattori dovresti considerare quando selezioni una piattaforma di e-commerce?
Finora abbiamo coperto molto terreno e discusso di ciò che le varie piattaforme di e-commerce possono offrire. Ora dovrai esaminare i fattori che ti aiuteranno a prendere le tue decisioni.

In questa sezione, parleremo delle principali considerazioni sulla scelta di una soluzione di e-commerce. Includono: hosting, il tuo prodotto / settore e il tuo livello di competenza. Immergiamoci.

Self-hosted vs hosted / basato su cloud

Uno dei principali fattori da considerare subito è se si preferisce scegliere una soluzione di e-commerce self-hosted o quella ospitata per te (in genere basata sul cloud). Ogni opzione ha i suoi vantaggi e svantaggi.

Per l’hosting autonomo, eseguirai il tuo sito sul tuo server, in modo da avere il pieno controllo su gestione e manutenzione. Ciò significa che se desideri aggiornare il codice principale del tuo sito, puoi farlo da solo senza affidarti a un’altra società o host web per elaborare la tua richiesta. Puoi fare praticamente qualsiasi cosa sul tuo sito se lo stai eseguendo sul tuo computer, e questo rende l’hosting automatico un’opzione attraente per molti.

Detto questo, la gestione di un sito self-host richiede un po ‘di know-how tecnico, quindi se non sai come aggirare la codifica e l’hosting, dovrai assumere esperti per farlo per te. Ti prendi cura dei tuoi aggiornamenti e della tua manutenzione e quei costi verranno fuori di tasca tua.

A colpo d’occhio, i vantaggi e gli svantaggi di self-hosted sono:

Pro

  • Pieno controllo sull’aspetto, sull’aspetto e sulla funzionalità del tuo sito
  • Ospiti il ​​tuo sito sul tuo server o macchina in modo da poter costruire ed eseguire un sito alle tue condizioni
  • Completa libertà quando si tratta di aspetti del tuo sito

Contro

  • Richiede conoscenze tecniche per l’installazione, l’esecuzione e la manutenzione
  • I costi del server insieme a progettazione, sviluppo e manutenzione possono essere elevati

Esempi di piattaforme self-hosted

  • Magento
  • WooCommerce
  • OpenCart
  • OsCommerce

Se non sei troppo appassionato di una soluzione self-hosted puoi optare per una piattaforma di e-commerce in hosting, in cui permetti al tuo provider di ospitare il tuo negozio per te. Per gli utenti non tecnici, le soluzioni ospitate sono una manna dal cielo perché cose come la manutenzione del server e gli aggiornamenti del software sono curati dal fornitore.

Detto questo, se desideri il pieno controllo delle caratteristiche e delle funzionalità del tuo sito Web, una soluzione ospitata potrebbe non essere l’opzione migliore. Ricorda che disporre di soluzioni ospitate significa che non sarai in grado di rilasciare funzionalità ogni volta che lo desideri e spesso sei limitato alle funzionalità e ai componenti aggiuntivi nativi del software.

A colpo d’occhio, i pro e i contro delle soluzioni ospitate sono:

Pro

  • La manutenzione del server e lo sviluppo della piattaforma sono pensati per te
  • Ottimo per utenti non tecnici che vogliono concentrarsi sull’azienda stessa
  • Strutture tariffarie in genere più semplici

Contro

  • Mancanza di controllo quando si tratta di aggiornamenti e funzionalità

Esempi di piattaforme self-hosted

  • Shopify
  • BigCommerce
  • Wix
  • Squarespace
  • LemonStand
  • 3DCart

La migliore piattaforma di e-commerce per il tuo prodotto o settore

Mentre la maggior parte delle piattaforme di e-commerce sono abbastanza flessibili da supportare diversi tipi di prodotti, alcune soluzioni sono più ideali per specifici tipi di merci o settori. Ecco alcune informazioni utili per aiutarti a decidere quale soluzione è adatta alla tua azienda.

La migliore piattaforma di e-commerce per la moda (abbigliamento, scarpe, accessori)

La maggior parte delle soluzioni di e-commerce supporterà prodotti incentrati sulla moda come abbigliamento e calzature. Tuttavia, se i tuoi prodotti sono disponibili in diverse dimensioni e varianti, ti consigliamo di scegliere una soluzione host robusta come Shopify, BigCommerce, Volusion e 3dcart. Se stai cercando qualcosa di open source e self-hosted, WooCommerce potrebbe essere una buona opzione.

Un altro motivo per cui queste piattaforme sono ideali per i prodotti di moda?

Abbigliamento, scarpe e accessori possono essere commercializzati in modo efficace attraverso i social media (pensa a Instagram e Pinterest) e le piattaforme sopra menzionate hanno solide capacità di vendita sociale che sarebbero utili nei tuoi sforzi di social commerce.

Sul fronte aziendale, praticamente tutte le soluzioni aziendali possono essere utilizzate nell’ambito della moda. La scelta qui si ridurrà sulle funzionalità necessarie per spostare efficacemente il tuo prodotto.

La migliore piattaforma di e-commerce per l’elettronica

Se vendi gadget già pronti che non richiedono il montaggio e hai un piccolo catalogo, allora una piattaforma semplice e senza fronzoli come Wix potrebbe fare al caso tuo.

Se il tuo catalogo è un pò più grande, non puoi sbagliare con piattaforme collaudate come Shopify e BigCommerce.

Tuttavia, se vendi componenti elettronici più complessi – forse hanno parti mobili diverse o devono essere abbinati a software o servizi – allora potresti essere meglio con soluzioni come LemonStand o 3dcart che sono più attrezzate per gestire il prodotto complessità.

La migliore piattaforma di e-commerce per alimenti e bevande

Vendere cibi e bevande che ti fai? Ad esempio, disegni torte speciali o fai la tua birra? In tal caso, allora Big Cartel potrebbe essere un’ottima opzione, poiché questa piattaforma si rivolge specificamente a tali produttori.

Detto questo, se i tuoi prodotti hanno molte varianti o se hai un catalogo medio-grande, prendi in considerazione Shopify, BigCommerce, Volusion e simili.

La migliore piattaforma di e-commerce per prodotti artigianali

Big Cartel è perfetto se sei una persona creativa che vende artigianato e arte. La piattaforma Big Cartel è stata creata per te e avrai molto supporto da parte della community.

Solo un avvertimento: ricorda che la piattaforma di Big Cartel è “leggera” e quindi potrebbe non avere funzionalità di e-commerce avanzate. Va benissimo se sei un artista e vuoi semplicemente mostrare il tuo lavoro e venderne un pò.

Ma se stai cercando di personalizzare completamente il tuo sito web o hai bisogno di funzionalità di vendita online più solide, cerca soluzioni come Shopify, BigCommerce o una qualsiasi delle altre soluzioni sopra.

Ricerca approfondita

In questo articolo hai fatto la tua ricerca e hai visto cosa possono offrire diverse piattaforme. Ora è il momento di scavare più a fondo per capire quale soluzione è la migliore per te. Ecco alcuni passaggi per aiutarti a farlo:

Inviare preventivi precisi con le tue richieste (per soluzioni aziendali)

Un’opzione è di presentare una richiesta formale di proposte a potenziali fornitori. Assicurati di dedicare un pò di tempo a questo passaggio. Una richiesta di preventivo ben formulata consentirà ai venditori di comprendere appieno le tue esigenze e li aiuterà a presentare proposte più accurate.

Ecco ulteriori informazioni su cosa includere nella tua proposta:
(da notare che questi sono solo suggerimenti)

Dai il via a una buona introduzione: dai una panoramica di cosa tratta la tua azienda. Potresti parlare della tua storia e fornire dettagli di alto livello sul tuo modello di business. Da lì, procedi con la discussione del progetto. Perché sei sul mercato per una nuova piattaforma di e-commerce? Quali sono i tuoi obiettivi e cosa cerchi in una soluzione?

  • Specifica una deadline (la data entro la quale tutto deve essere finito)
  • Scadenza della proposta
  • Parla della tua attuale situazione. Quale piattaforma utilizzi (se hai già un ecommerce con uno storico) riporta l’architettura del sito, e tutte le esigenze per te importanti – I potenziali fornitori avrebbero bisogno di conoscere il tuo sistema e le tecnologie attualmente utilizzate per stimare il progetto e inviarti una proposta.
  • Soluzione di e-commerce esistente
    Sistemi di back office (es. ERP, contabilità, adempimento)
  • Integrazioni di terze parti
  • Ambienti di test e sviluppo
  • Architettura del sito web
  • Parla delle metriche pertinenti : i dettagli sulle metriche come il traffico sul sito e le vendite saranno estremamente utili per i fornitori quando elaborano le loro proposte.
  • Visitatori simultanei
  • Visualizzazioni di pagina a settimana
  • Numero di transazioni settimanali
  • Volume delle vendite

Parla delle tue esigenze – A questo punto, potresti iniziare a entrare nel dettaglio di ciò di cui hai bisogno in un nuovo sistema di e-commerce. Torna all’elenco dei requisiti che hai creato nel passaggio uno e disponili per il fornitore.
Descrivi i requisiti della proposta: dopo aver fornito informazioni sufficienti sulla tua attività e le tue esigenze, puoi procedere a parlare di ciò che desideri vedere nelle proposte presentate.

In questa fase, puoi discutere in maniera più approfondita la tua proposta, insieme domande specifiche che puoi fare. Questo varierà da un rivenditore all’altro, ma ecco un elenco di cose che potresti voler chiedere:

  • Descrizione della società
  • Informazioni sui contatti
  • Esperienza rilevante
  • Commercianti con cui hanno lavorato
  • Approccio all’implementazione della loro soluzione
  • Approccio alla gestione degli account
  • Elenco dei servizi di sicurezza
  • Standard di conformità
  • Dettagli della soluzione
  • Dimensioni e natura del team di progetto
  • Piano di implementazione

Quanto sopra è solo un elenco parziale di requisiti, quindi consulta le altre parti interessate per elaborare una forte e precisa richiesta di preventivo.

Entra in contatto con l’agenzia o il freelance e discuti delle tue esigenze

Un’altra opzione è quella di avviare una conversazione direttamente con i fornitori. Mettiti in contatto con il loro team di vendita e discuti del tuo progetto, dei requisiti e della soluzione che possono offrire. Vai al tuo elenco di requisiti e usali come punti di discussione quando parli con il fornitore.

Parla con consulenti e-commerce e altri commercianti

È anche una buona idea parlare con i consulenti e i commercianti di e-commerce che hanno esperienza nell’uso delle piattaforme che stai prendendo in considerazione. Chiedi come ogni soluzione si confronta con altre piattaforme di e-commerce. Quali sono i loro vantaggi e svantaggi? Quanto tempo, denaro e lavoro sono necessari per impostare e mantenere il sistema? Queste sono solo alcune delle cose che dovresti sollevare.

Prenota una demo o una versione di prova

Se possibile, pianificare una dimostrazione o provare il software in modo da poter dare un’occhiata più da vicino a come funziona. Assicurati di includere altre parti interessate dell’azienda nella dimostrazione in modo che possano valutare le piattaforme stesse.

Tieni presente che è meglio condurre dimostrazioni quando hai già selezionato alcuni fornitori (pensa 5 o meno). Ciò ti consentirà di scavare in profondità nelle piattaforme e di valutarle correttamente.

Confrontare, valutare e decidere

A questo punto, dovresti già avere ampie informazioni su ciò che ogni soluzione ha da offrire. Il prossimo passo è confrontare ogni piattaforma per vedere qual è la soluzione migliore per la tua azienda. Fare riferimento alle note prese nei passaggi precedenti e utilizzare le informazioni per prendere una decisione.

Per semplificare le cose, confronta i fornitori utilizzando il foglio di lavoro creato in precedenza. Crea una tabella che elenca tutti gli elementi di cui hai bisogno nella tua piattaforma di e-commerce, quindi inserisci i fornitori che stai considerando in diverse colonne. Ciò ti consentirà di spuntare facilmente le funzionalità che ogni fornitore può offrire.

Se una piattaforma non ha una funzionalità di cui hai bisogno, annota se e come puoi aggirarla (ad esempio, usa un’integrazione di terze parti, sviluppa una soluzione personalizzata).

Ancora una volta, questo è un compito che dovrebbe coinvolgere altre persone chiave dell’azienda. Ottieni qualcuno dall’IT, dal servizio clienti, dalle vendite, dal marketing, dalla realizzazione e dalle operazioni per valutare le soluzioni e valutare la decisione.

Conclusione

Trovare (quindi implementare successivamente) una nuova soluzione di e-commerce è un’impresa enorme. Probabilmente ci vorrà molto tempo (e per le imprese, i soldi) per affrontare questo progetto. Ma ecco la buona notizia: scegliere la giusta soluzione può consentire di ridimensionare la propria attività, migliorare le operazioni e aumentare le vendite, quindi mentre il processo di selezione di una piattaforma di e-commerce può essere impegnativo, ne vale la pena.

E se hai mai bisogno di aiuto per trovare la giusta piattaforma di e-commerce per la tua attività, sentiti libero di metterti in contatto

1 ORA GRATIS

Parlaci del tuo progetto 

Fissa un appuntamento per parlarci del tuo business.
Un ora dedicata alla tua attività per trarre il massimo vantaggio.

La consulenza include: analisi sito web, presenza social, obiettivi di business, panoramica account pubblicitari se presenti.
Nota: appuntamenti telefoni, Skype oppure Google Hangout